Iscriviti alla newsletter 5% di sconto sul tuo primo ordine

La differenza tra Monaco e Frate

Il mio Carrello

 Monaco e Frate: quali differenze?

 

Nel linguaggio popolare i due termini si confondono spesso, e vengono utilizzati spesso come sinonimi.
Vediamo come, in maniera sintetica, si possono diversificare.

 

Accogliere la solitudine

Il termine "MonacoSan Benedetto di Norcia" deriva dal latino "Monos Achos", si riferisce quindi alla solitudine e agli Anacoreti (uomini religiosi che abbandonano la società per condurre una vita solitaria nella preghiera).
Esempio illustre, San Benedetto da Norcia, fondatore dell'ordine religioso più antico d'occidente, i Benedettini, di cui fanno parte i Monaci Camaldolesi.

"Monaco" quindi è un termine adatto a uomini consacrati che vivono in conventi o abbazie, dediti alla preghiera e alla penitenza e al lavoro come mezzo di sussistenza.
Sono molte le Abbazie che seguono questa regola, dalle quali nascono prodotti eccezionali come Birre, cosmetici, confetture e molto altro perchè legate al mantenimento della vita del moanstero tramite il lavoro, come la Regola voleva.

 

Insieme nella preghiera

San Francesco D'AssisiIl termine "Frate" invece, significa letteralmente "Fratello".
E' un termine più moderno, ed è legato in particolare alla nascita degli ordini mendicanti, nel Basso Medioevo.
Il frate infatti, si dedica alla preghiera, ma rimanendo nelle città, a contatto con i poveri e i malati, dedicandosi al loro sostegno spirituale e materiale.
Il termine "Frate" si attribuisce difatti a uomini consacrati che vivono a contatto con il prossimo, diffondendo l'insegnamento di Cristo direttamente ai propri fratelli.

Uno degli ordini di Frati più noti è quello Francescano, fondato da San Francesco D'Assisi, di cui fanno parte i frati che portano avanti le tradizioni di www.bottegadelmonastero.it/frate-indovino">https://www.bottegadelmonastero.it/frate-indovino" target="_blank">Frate Indovino