Iscriviti alla newsletter sconto 3% sul primo acquisto

Certosa di Firenze - Monaci Cistercensi

La Certosa di Firenze è una delle 17 certose presenti in Italia. Il complesso monumentale è situato sulla sommità di Monte Acuto, un colle di forma conica situato nelle vicinanze dell’abitato del Galluzzo, paese a sud di Firenze. Il complesso monastico fu voluto da Niccolò Acciaioli, personaggio di spicco dell’ambiente politico ed economico del trecento. Il luogo fu scelto perché la posizione elevata del monastero e la presenza ai piedi della collina dei due torrenti, la Greve e l’Ema, garantivano l’isolamento necessario alle regole di vita della comunità certosina. Inoltre, visto che dalla cima della collina si dominavano le vallate circostanti, era un luogo ideale anche dal punto di vista difensivo: la costruzione, arroccata nel punto più alto, sarebbe risultata facilmente difendibile dalle frequenti incursioni degli eserciti impegnati nelle continue guerre che Firenze sosteneva contro le città e gli stati vicini. 

Dal 1997 la cura della Certosa è stata affidata alla comunità di San Leolino già presente a Fiesole e formata da sacerdoti e laici.

Produzione: come in tutti i monasteri certosini, anche alla Certosa di Firenze vengono prodotti liquori e distillati straordinari, realizzati con un distillatore a legna. Le vinacce sono provenienti dal Chianti e sono selezionate attentamente dai monaci certosini. Il distillato viene lasciato riposare il tempo sufficente per ottenere la stagionatura adeguata per ospitare l'aromatizzazione necessaria per i vari tipi di liquore come l'alchermes, gli amari e le leggendarie Gocce imperiali certosine. Con il distillatore i monaci della Certosa di Firenze, realizzano anche delicati profumi da uomo e da donna.

I monaci negli ultimi anni sono diventati anche esperti produttori di marmellate e confetture dai gusti molto particolari.